Home Page

HOME | Download | Fotogallery | Interagisci | Latin Radio | Contatti | Pubblicità

Feed RSS 

 

Musica

Rubriche Ballo Videogallery Pagine Latine

News Professione DJ DJ News Curiosità dal mondo Music Contamination Libri Films Glossario Salsa Glossario Reggaeton

----------------

» Sei in: Home Page | Rubriche | Films

FILMS

Questa rubrica vuole raccogliere i vari film che hanno attinenza con la musica ed il ballo in genere. Se avete un film che ritenete debba essere segnalato scrivete a Mauro Gresolmi (greso@salsa.it)

SPECIALE 50MO ANNIVERSARIO MARILYN MONROE - FACCIAMO L'AMORE  - 1960
(Let's make love)

Marilyn Monroe, Yves Montand, Frankie VAughan
Regia di George Cukor

Abbiamo già dato spazio in questa rubrica alla più grande icona cinematografica di sempre, Marilyn Monroe, che da attrice si trovava molto a proprio agio nel genere della commedia musicale. Non potevamo certamente esimerci in questi giorni, dal momento che si celebra il cinquantesimo anniversario della sua scomparsa. Una dipartita che, al di là dell'alone di mistero che circonda le circostanze della sua morte, se da un lato ci ha privato di Norma Jean Baker,dall'altro ci ha consegnato definitivamente nel mito e nell'immaginario collettivo la figura di Marilyn (per gli appassionati vi invitiamo a visitare in questo periodo la mostra fotografica a lei dedicata a Firenze o di andare ad ammirare alcuni suoi cimeli al museo del cinema di Torino, all'interno della Mole Antonelliana).



Eccoci dunque nuovamente qui a presentarvi un'altra pellicola, dopo Gli uomini preferiscono le bionde e A qualcuno piace caldo, che la vede come protagonista e che ha contribuito a farne la diva che noi tutti ancora adoriamo.
In realtà a Marilyn stessa l'idea di apparire il questo film non la entusiasmava più di tanto, ma aveva sottoscritto contratto con la Fox che la obbligava a girare quattro pellicole e Facciamo l'amore era proprio l'ultima della serie. Il suo malcontento era soprattutto indirizzato verso il copione del film, il cui soggetto era di Norman Krasna. La produzione lo fece riscrivere in parte ad Arthur Miller, famoso drammaturgo ed allora marito di Marilyn, il quale fece in modo di mettere maggiormente in risalto il personaggio che la moglie avrebbe dovuto interpretare. Con questo stratagemma si accontentò Marilyn, ma si ebbe l'effetto collaterale del rifiuto di parecchi candidati al ruolo del protagonista maschile, che si sentivano poco valorizzati dal copione. La scelta alla fine cadde sul popolare attore francese di origini italiane Yves Montand.. La regia venne invece affidata a George Cukor, nella cui lunga carriera ha diretto tutte le più grandi dive del cinema, tanto da conquistarsi il soprannome di "il regista delle donne".



La trama. la vicenda si svolge a New York, dove un miliardario di origini francesi, Jean Marc Clement (Yves Montand), scopre che un musical off Broadway, di cui lui è anche produttore, sta per mettere alla berlina la sua figura di donnaiolo impenitente.
Su consiglio dei suoi addetti alle pubbliche relazioni si reca di persona al Greenwich Village per parlare con i responsabili dello spettacolo e convincerli a ritirare la scena incriminata.
Capitato sul posto proprio durante le prove dello spettacolo, Jean-Marc è folgorato dalla visione di Amanda (Marilyn Monroe), la protagonista femminile dello spettacolo, che appare, in calzamaglia nera e maglioncino, scivolando giù da un'asta mentre canta con innocente malizia My Heart Belongs to Daddy. Tramortito dal classico colpo di fulmine, nasconde la sua vera identità e si fa passare per il sosia del vero Clément, ottenendo proprio lui la parte del miliardario nella gag che lo prende in giro.
Dice a tutti di chiamarsi Alexander Dumas e per far colpo su Amanda le prova davvero tutte, ma lei si rivela particolarmente refrattaria alla sua corte. Giunge perfino a regalarle un costosissimo bracciale di brillanti, raccontandole la favola di essere un rappresentante di bigiotteria.
Ben presto scopre che il suo rivale in amore è Tony Danton  (Frankie Vaughan), il cantante della compagnia, un ex-alcoolizzato messo alla prova dalla produzione, per il quale Amanda ha un debole. Clement cerca allora di battere il suo concorrente proprio sul suo terreno: compra delle barzellette, ma poi non ha i tempi comici giusti per saperle raccontare, si fa dare lezioni di ballo da Gene Kelly, lezioni di canto da Bing Crosby e lezioni di umorismo da Milton Berle, ma tutto è inutile.
Alla fine decide di confessare ad Amanda la sua identità. Per organizzare l'incontro fa chiudere lo spettacolo, in modo che lei, con il resto della compagnia teatrale, si rechi nei suoi uffici per protestare. Anche lui è in mezzo alla troupe, e quando si stacca dagli altri per rivelare ad Amanda chi è veramente,  la ragazza  inizialmente resta di sasso nello scoprire la verità, poi accetta la proposta di matrimonio del miliardario.



La colonna sonora: le musiche sono state composte da Lionel Newman ed Earle H.Hagen, mentre le canzoni sono state scritte da Cole Porter e di Sammy Cahn. Anche in questa pellicola non manca il numero musicale di Marilyn entrato nella storia: è appunto quello della sua entrata in scena con My Heart Belongs To Daddy , di Cole Porter.



Curiosità: il titolo del film deriva dal titolo del musical che la compagnia teatrale vuole mettere in scena. Per interpretare il protagonista maschile gli attori che rifiutarono il ruolo dopo aver letto il copione furono cui Cary Grant, Yul Brinner, Rock Hudson, James Stewart, Charlton Heston e Gregory Peck.
A dare lezioni di canto, ballo, recitazione ed umorismo, sono proprio i veri Bing Crosby, Gene Kelly e Milton Berle, che interpretano loro stessi.
Quando Arhur Miller e Simone Signoret (quest'ultima moglie di Montand), si dovettero recare in Europa per impegni lavorativi, tra Marylin e Montand nacque una relazione, che ebbe breve durata, in quanto l'attore non volle lasciare la propria moglie. Marilyn in seguito smentì pubblicamente questo rapporto.
Il film fu candidato a parecchi premi, tra cui anche l'Oscar, ma non ottenne il successo di critica e di pubblico dei precedenti. Col passare degli anni il pubblico ha sempre più amato grazie ai passaggi televisivi ed all'home video.


A cura di:
Mauro Grisolmi

« Torna indietro


----------------

Feed RSS | HOME | Download | Fotogallery | Videogallery | Latin Radio | Contatti | Pubblicit

 

 Copyright 1997-2009. Tutti i diritti riservati.
Ideato da Francisco Rojos - Internet & Web design by Nitris S.r.l. - P.IVA 05236850961