Home Page

HOME | Download | Fotogallery | Interagisci | Latin Radio | Contatti | Pubblicità

Feed RSS 

 

Musica

Rubriche Ballo Videogallery Pagine Latine

News Professione DJ DJ News Curiosità dal mondo Music Contamination Libri Films Glossario Salsa Glossario Reggaeton

----------------

» Sei in: Home Page | Rubriche | Curiosità dal mondo

CURIOSITA' DAL MONDO


Cosa Sta Succedendo all'Ambiente Latino?

22/03/2006

Cosa sta succedendo all'ambiente Latino?
La forte crisi economica sta molto condizionando l'andamento della movida italiana mettendo a dura prova la sopravvivenza di locali e serate che in questi anni erano diventate punti di riferimento sia nell'ambiente latino che nella dance music.
E' difficile analizzare questa situazione se come intento si cerca di essere propositivi, cercando di identificare alcuni errori che forse hanno contribuito a implementare l'involuzione di un ambiente che sembrava essere l'essenza pura del divertimento.

E' passato oramai più di un decennio da quando la musica latina si è fortemente radicata in Italia e nel mondo, coinvolgendo tantissime persone di svariate generazioni soprattutto per lo spirito di aggregazione che da sempre è il live motive di questo ambiente.
Ricordo che verso la fine degli anni 80 il trend vissuto nei locali da ballo era abbastanza alienate e privo di contatti. Si ballava "soli" facendo movimenti ripetitivi e privi di interpretazione, la musica dance si era incanalata su un filone basato quasi esclusivamente sulla tecnologia, impoverendo e frammentando in tanti stili quello che sino ad allora era stato un ambiente artisticamente ricco e concreto.
E' proprio in quel periodo che nel mondo della discoteca fa breccia un nuovo ambiente musicale basato su tutte le cose che più mancavano al popolo della notte.
Ricordo con nostalgia le prime serate latine, piccole e modeste ma nello stesso tempo gioiose e contagiose. Ricordo come noi, già dell'ambiente prendevamo per mano i nuovi arrivati che subito si inserivano e si innamoravano di quel nuovo modo di vivere le serate. Ricordo con tenerezza le persone, il più delle volte in età matura frequentare le scuola di ballo dove imapacciatissimi davanti allo specchio cercavano di imbastire le prime sequenze di passi per potersi lanciare il prima possibile in questo nuovo modo di ballare.
La Musica... era tutta bella. Salsa, Merengue e pochissime bachate erano con la musica tropicale dei balli di gruppo la colonna sonora di quelle serate.
Si ascoltavano, ballavano e cantavano le hit del momento come veri e propri tormentoni. Sui volti della gente solo sorrisi e goccioloni di sudore. Ballavano tutti per ore senza mai smettere e alla fine della serata battevano le mani al tempo di clave per richiedere un ultimo brano al DJ.

Che è successo ora?? Dove è finito quel ambiente?? Ma sopratutto come andrà a finire...
Sono domande che mi sono posto tante volte, tentando di analizzare al setaccio tutto quello che è successo in questi anni e cercando ogni volta (da operatore del settore) di mettermi in discussione con ottimismo e buona volontà.
Come sempre alla base di grossi problemi le cause sono molteplici. Credo comunque che il comune denominatore si possa riassumere con una sola parola: Estremismo. Probabilmente sono proprio gli eccessi indiscriminati su ogni fronte che ci hanno portato a complicare e disgregare questo ambiente rendendolo freddo e colmo di dualismi e contrapposizioni.
Ricordate le prime volte che alla domanda, balli? ci si sentiva rispondere... Mah.. Cubano o Portoricano?? Beh!! Era solo l'inizio, dovevano ancora arrivare, sull'uno o sul due, L.A. style NY Style ecc. ecc.
Sia chiaro che non è assolutamente sbagliato volersi perfezionare o imparare stili nuovi e moderni. Personalmente penso che dovremmo solo conservare un pochino di spirito di adattamento per ballare senza problemi anche con chi interpreta la musica in modo diverso da noi. Sarebbe bello vedere nuovamente sorrisi sul volto di chi balla il più delle volte oggi sostituiti dalla grinta agonistica.

Per quanto riguarda la Musica, ci sarebbe da scrivere un romanzo...
Croce e delizia di questo ambiente. Anche qui, la parola "estremismo" sembra calzare a pennello per rispecchiare la situazione attuale.
In un ambiente musicale "dedicato al ballo" e "al divertimento" dovrebbero esistere 3 tipologie di musica: La musica "bella" rappresentata il più delle volte dalle hit di alto gradimento, la musica "brutta" che il più delle volte è quella che annoia e svuota le piste e in fine la musica "??? (chiamiamola "media" giusto per identificarla)" ossia quel genere che non da nessuna sensazione, esempio i brani che dopo 5 minuti, nessuno si ricorda più di averli ascoltati o ballati passivamente.
Invece il tutto diventa complicatissimo e intrigato. In Italia esistono veri e propri feudi musicali dove l'estremismo regna sovrano e diventa molto difficile per i DJ proporre musica al di fuori del ristretto filone musicale gradito dai ballerini plasmati dalle scuole di zona. 
Non è sicuramente negativo avere delle preferenze sui vari generi musicali, la cosa errata è emarginare e criticare apertamente tutto il resto. Il nostro ambiente è da sempre stato precario perchè nessun "mas-media" importante ha mai seriamente dedicato spazio alla musica latina quindi, proprio per questo motivo il nostro errore più grosso è proprio questo, divedere con nette linee di demarcazione un ambiente musicale da un'altro. E poi... siamo seri!! non è concepibile vedere ballerini che dopo un anno da principianti passato per lo più a ballare Bachata o quanto di più semplice esiste, presa coscienza di aver imparato a ballare (anche fuori tempo musicale), snobbano tutto e diventano ballerini di salsa "Brava" (vieja, dura, classica, ecc ecc) dimenticando che tra la musica della "Fania" e la bachata dei "Toque de Queda" ci sono ben 30 anni di bellissima musica che tanto ci ha fatto divertire.
La musica vecchia dovrebbe essere la ciliegina sulla torta di una bella serata latina quindi andrebbe valorizzata e proposta con attinenza...
Ultimamente tra i buoni propositi atti ad avvicinare un pubblico sempre più vasto alla musica latina, c'è stato anche il tentativo di miscelare il pop con la musica latina ma, gran parte dei ballerini ha gridato allo scandalo senza capire l'intento. Un altra forma di estremismo parlando della mia professione (DJ) sono stati i remix. Io per primo ho inziato a remixare la musica latina ma sempre avvalendomi dell'ausilio di musicisti per creare prodotti che miscelavano l'intuizione del DJ con la creatività degli artisti. Purtroppo abbiamo come conseguenza assistito alla sagra del "Drum Loop (giro musicale solitamente ritmico)" messo come base ritmica su praticamente tutti i grandi successi pop.

La direzione artistica dei locali è oramai diventata una professione per dilettanti allo sbaraglio, dove tutti ma proprio tutti si stanno cimentando ad organizzare serate latine per trarne profitto. Anche questo non sarebbe sbagliato se non avesse innestato il meccanismo del tutto gratis, abbiamo assistito in questi anni a vere e proprie fiere del ribasso dove la qualità è andata a farsi bendire. Il pubblico latino è stato partizionato in piccoli nuclei composti da poche unità trascinate di quà e di là, il più delle volte in disco bar di piccolissime dimensioni dove, nel peggiore dei casi il locale non aveva neanche l'agibilità per il ballo. Questo chiaramente a discapito di locali ampi e prestigiosi difficili e costosi da gestire ma, che davano lustro e forza al nostro movimento.

Beh!! Abbiamo avuto bellissimi momenti che ci hanno lasciato ottimi ricordi. Chissà se ognuno di noi avrà la forza di riconoscere i propri sbagli? Chissà se l'amore per questo ambiente di cui tanto si parla, ci darà la forza di riconsiderare queste situazioni e per ricominciare a sostenere e a dare forza alla musica latina?
Come cantava Battisti in una vecchia canzone... lo scopriremo solo vivendo!!

Per i vostri commenti potete scrivere a francisco@salsa.it

A cura di:
Francisco Rojos
« Torna indietro


----------------

Feed RSS | HOME | Download | Fotogallery | Videogallery | Latin Radio | Contatti | Pubblicit

 

 Copyright 1997-2009. Tutti i diritti riservati.
Ideato da Francisco Rojos - Internet & Web design by Nitris S.r.l. - P.IVA 05236850961